con Promappennino

Viaggiando attraverso l'Italia

Faremo il vostro viaggio attraverso il posto migliore Italia meraviglioso

Promappennino è una delle migliori agenzie di viaggio in Italia. Dal 1995 forniamo servizi di qualità ai nostri clienti.

Saremo lieti di aiutarvi a fare il miglior viaggio nei bellissimi posti in Italia che non avete mai fatto prima. Sia che stiate cercando un trasporto, una crociera, biglietti aerei, alloggi, attività o l’intero pacchetto e altro ancora. Basta rilassarsi e sentire il piacere!

Naturalmente, prima di tutto, un’idea di ciò che vuoi vedere: informazioni sulle attrazioni, guide di viaggio, mappe, consigli. Non c’è niente di meglio che comunicare con le persone che vivono lì che sono “malate” da questi luoghi. Non vedrai una Roma del genere in nessuna escursione, soprattutto se l’obiettivo è vedere luoghi e strade insoliti / non standard. Di norma, queste persone possono essere proprietari di appartamenti, residenti locali, conoscenti di forum e social network.
La zona orientale è formata dalla regione delle Dolomiti (comuni di Madonna di Campiglio, Val Gardena, Val di Fasa, ecc.) E dell’Alta Valtellina (Bormio, Santa Caterina, Livigno).
Una caratteristica delle stazioni sciistiche in Italia è l’unificazione di più comprensori sciistici in un unico grande con l’aiuto di un unico impianto di risalita. Questo è molto comodo per i turisti, ma spesso confonde completamente: nessuno sa dove siano i confini tra le località, le piste sono così densamente attrezzate, e il passaggio dai magnifici campi di neve di uno alle altrettanto belle piste dell’altro è così facile.

Soddisfazione garantita

I nostri specialisti sanno esattamente come soddisfare tutte le vostre aspettative sul futuro viaggio. Forniamo ogni nostro servizio velocemente e con alta qualità.

luoghi unici

Offriamo pacchetti di viaggio incredibili per luoghi unici e meravigliosi come Santa Margherita, Brera, Milano, Camogli, Liguria, Matera, Basilicata, Baia di Rinella, Salina, Isole Eolie, e altro ancora.

prezzi ragionevoli

Offriamo servizi di viaggio di alta qualità nei migliori posti d'Italia a prezzi ragionevoli.

multilingue

Non importa quale lingua parli! Forniamo tutti i nostri servizi utilizzando oltre 8 lingue più popolari. Inoltre possiamo offrirvi servizi di traduttore di qualsiasi lingua durante il vostro viaggio.

italy3

Dorsoduro, Venezia

Nascosto dietro la Chiesa Santa Maria della Salute, il centro culturale di Dorsoduro è un assaggio della vera Venezia! Per saperne di più su tutte le caratteristiche del nostro pacchetto di viaggio per il luogo.

Santa Margherita

Santa Margherita è una scena uscita da una cartolina degli anni ’50. Le barche da pesca dipinte con colori vivaci ondeggiano dolcemente nel porto per completare la scena. Per saperne di più su tutte le caratteristiche del nostro pacchetto di viaggio per il luogo.

Locorotondo, Puglia

Calma e tranquillità, perdetevi nella miriade di strade laterali di una città dimenticata dal tempo. Scoprite di più su tutte le caratteristiche del nostro pacchetto di viaggio per il luogo.

Il misterioso viaggio di Ulisse, molto misterioso per natura

Romanzo davvero notevole di amore, morte e gente dell’antica Grecia. Allora, dove è iniziato il viaggio di Ulisse?

Si crede che Ulisse, re di Itaca, abbia combattuto per 10 anni per conquistare Troia.

Dopo una dura battaglia, i greci presero quella bella città.

Le truppe felici si preparavano a tornare a casa, sognando ad occhi aperti di come i loro cari li avrebbero festeggiati. È sorprendente che fossero ignari del loro destino.

Nonostante la partenza dei greci da Troia, Ulisse e i suoi soldati perirono nella guerra di Troia.

Massacrarono sei membri dell’equipaggio di ogni nave sull’isola di Ismarus. Molti uomini annegarono durante una battaglia di nove giorni con una tempesta feroce. Questo era successo ai sopravvissuti della tragedia iniziale.

Ulisse aveva promesso alla sua amata Penelope che sarebbe tornato.

Era uno di quelli che sembravano uscirne sempre illesi. Questa volta era una tempesta, ma prima era la guerra.

Gli abitanti del villaggio accolsero il gruppo con della frutta.

I disperati cominciarono a mangiare il frutto di loto, nonostante le sue qualità letali, e Ulisse si rese conto che esso rubava agli uomini la memoria.

I suoi guerrieri alla fine soffrirono della stessa condizione dei mangiatori di loto: dimenticarono tutto il resto. Ulisse alzò le vele e ordinò all’equipaggio di prendere il largo.

Sull’isola successiva, un vizioso ciclope con un occhio solo uccise gli uomini e imprigionò Ulisse nella sua grotta. Nonostante ciò, il grande guerriero sfuggì alle grinfie delle bestie utilizzando forza, astuzia e fortuna.

La divinità Zeus aveva dato al guerriero sull’isola di Eolo una borsa piena di terribili tempeste per assicurare un viaggio senza problemi. Purtroppo, mentre Ulisse dormiva, uno del suo equipaggio aprì il sacco e lasciò andare i venti, facendo sì che la loro nave rimanesse intrappolata nel vortice distruttivo.

Arrivarono su un’altra isola e dovettero combattere di nuovo.

Su quell’isola, tutte le altre navi furono distrutte.

Ulisse e il suo equipaggio sono sbarcati su una pacifica isola dell’Egeo dopo un duro viaggio carico di dolore.

Ulisse andò subito a fare una passeggiata.

Stava cavalcando quando ha notato un bel castello nascosto tra gli alberi e ha inviato metà dei suoi soldati a indagare.

Entrando nel palazzo, tigri, leoni e lupi li circondarono.

Anche se avevano la possibilità di fuggire, gli animali sembravano amichevoli.I ragazzi riconobbero il luccichio di speranza negli occhi delle creature.Sai, non è che ti porti dietro una beauty case da viaggio e fai un gran parlare di quanto sia stato brutto il tuo pendolarismo. L’ironia, naturalmente.

beauty case da viaggio

Una figura splendida e incantata uscì a cantare, e rimasero sbalorditi.

Gli uomini desideravano stare vicino a lei perché brillava nella luce.

Circe preparò il banchetto del palazzo per tutti.

E affamati

Usò la sua bacchetta per convertire magicamente gli uomini in maiali quando mangiavano.

Alcuni uomini scamparono alla tragedia. Eurylochus era sgattaiolato via per assistere all’azione.

Le sue braccia erano insanguinate dai rami mentre si affrettava ad uscire dal bosco.

“Una strega ha incantato i nostri guerrieri”, disse a Ulisse mentre gli altri singhiozzavano.

Ulisse marciò nella giungla per salvare le sue truppe, spaventando gli altri che pensavano che avrebbe dovuto aspettare un approccio più strategico.

Poco prima del palazzo, un giovane gli si avvicinò.

Quel ragazzino assomigliava a Hermes, la divinità messaggera. Allora il ragazzo diede alla principessa un pezzo di moly. “Allontana gli incantesimi”.

Ringraziò Ulisse e portò la pianta a casa.

Quando si avvicinò al palazzo, Circe lo salutò. “Ti prego, entra”, disse lei, afferrando la sua mano. “Ti porto da mangiare”.

La sua cena era diversa da qualsiasi cosa avesse visto prima, mentre lei si avvicinava a lui con la bacchetta tirata.

Quando Ulisse fissò il mare, fu trasformato: Invece di un mostro, vide se stesso, i suoi occhi cremisi che lo guardavano, la sua rabbia chiara. “Io sono il grande conquistatore di Troia.

Qualunque cosa tu faccia, sono in pericolo!”

Circe si inginocchiò a terra, piangendo. “Volevo semplicemente compagnia”, gemette.

“Sono stata una cattiva amica”.

Circe condusse Ulisse alla stalla, dove il suo equipaggio era tenuto prigioniero. Con la sua bacchetta, ha trasformato ogni maiale di nuovo in un uomo.

Essi acclamarono il loro capo.

“Ce ne andiamo”, disse Ulisse, ma Circe si inginocchiò di nuovo davanti a lui. “Ti prego, non andartene.

Vi fornirò buone cure”.

Ulisse accettò che le sue truppe potessero rimanere nella regione per rilassarsi, mangiare e vedere le attrazioni.

I mesi e gli anni passati a rilassarsi e a godere della gentile ospitalità di Circe divennero settimane e infine mesi.

Ma i ricordi sono importanti.

La nostalgia di casa portò Ulisse a continuare a navigare con i suoi soldati. Non aveva idea delle esperienze che lo aspettavano, dato che dieci anni dopo sarebbe tornato a casa da Penelope.

Regioni e località in Italia

il turismo in italia riassunto

Il Nord è l’Italia internazionale, non facile da distinguere dalla Francia o dalla Svizzera a prima vista. Ma questa regione è il centro della moda e dello shopping, così come delle stazioni sciistiche. Il centro è il centro della storia e della cultura: è Roma con le sue attrazioni ad ogni passo, Città del Vaticano, Pisa e i campi della Toscana. Il sud è l’Italia dei film con Adriano Celentano: senza fretta, esuberante, la più calda e solare – la più “italiana”. Leggi anche di più su tutte le regioni e le isole d’Italia.


Ci sono più di 8 mila città grandi e piccole in Italia il turismo in italia riassunto, ma ce ne sono alcune senza una visita alle quali non conta che sei stato in Italia. Prima di tutto, queste sono le città della storia: l’unica Roma con la sua cultura antica, bizantina e medievale, il Vaticano e la residenza del Papa; Salerno con i suoi parchi archeologici, il mondo greco antico e i monumenti architettonici di Siracusa. Gli appassionati di storia dovrebbero visitare anche la Valle dei Templi di Agrigento e la città di Sant’Antonio a Padova.

Città d’Italia

Per l’arte, Firenze merita ovviamente un viaggio – la Galleria degli Uffizi ospita la più grande collezione di dipinti in Italia. Venezia è da non perdere: costruita sui canali, questa città è una destinazione all’aria aperta in sé. Lo shopping più lussuoso è a Milano, e le nature romantiche ameranno Verona.

Per respirare e “digerire” l’esperienza è meglio nel sud del paese – questa regione è creata per non fare nulla. Per esempio, Bari ospita regolarmente festival con musica dal vivo giorno e notte. Allontanatevi dalla natura nella città siciliana di Trapani – ci sono solo campi e pochi contadini (con il loro cibo agricolo – questo è importante). Beh, certo, Napoli – è lì che è stata inventata la pizza. Da allora, gli abitanti di Napoli considerano il loro dovere verso l’umanità compiuto e conducono una vita molto oziosa.

Località balneari


Ci sono località balneari in tutta Italia – più di 7.500 chilometri in totale. Quasi tutte le coste del paese si distinguono per una dolce entrata al mare e belle baie.

La località balneare italiana più popolare è Rimini. Ci sono 15 km di spiagge sabbiose, una vasta scelta di hotel economici sulla costa e una gamma completa di intrattenimento. La folla benestante si gode il Lido di Jesolo e il resto della riviera veneziana con la sua sabbia dolomitica, le acque poco profonde e l’acqua molto calda, così come la riviera toscana con i suoi hotel e ristoranti di lusso. Coloro che amano fare festa e divertirsi fino all’alba 7 giorni su 7 apprezzeranno San Remo, e coloro che vogliono rilassarsi in mezzo alla natura incontaminata – la strada per la costa adriatica della Puglia e dell’Emilia Romagna.

Storia dello sviluppo dell’industria turistica in Italia e il suo stato attuale

storia del turismo in italia

La civiltà dell’antica Roma è basata sul viaggio. C’è una leggenda secondo cui Roma fu fondata dai discendenti di Enea, uno dei principali difensori di Troia durante la guerra di Troia. Dopo la sua sconfitta, Enea fu costretto a fuggire dalla città catturata dagli Achei per salvare la sua famiglia e fare il grande viaggio descritto nel poema Eneide di Virgilio. I primi viaggiatori della penisola appenninica possono essere considerati gli Etruschi, un popolo viaggiatore che arrivò qui da oltre il mare come immigrati, rifugiati e pirati. La civiltà etrusca raggiunse i suoi storia del turismo in italia albori tra il VII e il VI secolo a.C. Gli etruschi erano eccezionali navigatori, e la loro influenza sul mare rivaleggiava con quella ellenica e cartaginese. A loro si attribuisce l’invenzione dell’ancora e del timone.

Nell’antica Roma, molti importanti generali, studiosi e imperatori erano viaggiatori, espandendo la loro conoscenza della geografia, costruendo fortezze e fondando nuove città, che sarebbero poi diventate le capitali delle nazioni europee. L’impero crebbe rapidamente e fu necessaria una fitta rete di strade. La loro costruzione inizia nel 312, durante il regno dell’imperatore Costantino. La creazione delle strade di Roma può essere considerata il principale contributo dell’Impero Romano allo sviluppo del turismo nazionale e internazionale. L’impero romano aveva 372 strade pavimentate in pietra, lunghe più di 60 mila chilometri. Collegavano Roma con le sue numerose province. Non è un caso che in quei tempi antichi sia nato il detto “una strada è vita”. I romani svilupparono il sistema stradale, basato sulle esigenze militari, ma semplificarono anche il movimento dei viaggiatori, dei pellegrini e dei turisti. Sulle strade cominciarono ad essere collocate delle pietre miliari, vicino alle quali vennero poste delle panchine per riposare. Furono disegnate le prime mappe delle strade, mostrando le stazioni dove si poteva pernottare. Tali mappe erano così popolari che venivano spesso incise su vari oggetti. Sono stati distribuiti gratuitamente ai viaggiatori e agli stranieri. Sono apparse delle guide che non solo mostravano il percorso, ma descrivevano anche le attrazioni, indicavano gli alberghi e i prezzi. Conosciamo una guida di questo tipo per i pellegrini che fecero un viaggio da Bordeaux a Gerusalemme, datata IV secolo d.C. Gli uffici turistici apparvero nel I secolo a.C., che offrivano guide e manuali ai viaggiatori. Il sistema stradale sviluppato dell’Antica Roma contribuì ad aumentare il flusso di viaggiatori, che a sua volta stimolò lo sviluppo delle infrastrutture turistiche e degli affari. I mercanti cominciarono ad offrire ai viaggiatori maschere per proteggere la pelle dal vento e dal sole e piccoli libri da leggere sulla strada, apparvero le prime escursioni. Così a Ostia era possibile prenotare un viaggio per mare.

La nascita e lo sviluppo del turismo sono stati largamente influenzati dall’antica Grecia, dove i romani andavano ai famosi giochi olimpici e visitavano le sorgenti terapeutiche. I romani furono i primi a scoprire l’utilità delle sorgenti termali, le attrezzarono e le trasformarono in resort, che attirarono enormi flussi di turisti antichi, perché ai tempi dell’Impero Romano, si prestava grande attenzione al recupero del corpo umano con l’aiuto delle sorgenti termali. Un ruolo speciale nella vita dei patrizi era svolto dalle Thermae: funzionavano come bagni, palestre e club. Nei primi anni della nostra era furono costruite molte terme, tra le quali spiccano quelle di Caracalla per la loro imponenza. Le terme di Caracalla furono erette nel 213-217 e a quel tempo c’erano sette terme simili dell’impero. Assomigliavano a delle fortificazioni. Si entrava attraverso le fortificazioni (le dimensioni dell’edificio erano 220 x 114 m) e si attraversava il giardino. Le thermae comprendevano: frigidarium dove si lavava l’acqua fredda, calidarium (acqua calda) e tepedarium (acqua calda), spogliatoi, sale di ginnastica, sale destinate a vari servizi e sale per riunioni. La grande cupola del Calidarium (35 m di diametro) era ricoperta di rame e bronzo. Oggi le mura delle Terme di Caracalla sono in rovina, ma un tempo erano una gioia per gli occhi con statue e affreschi. Oggi vi si svolgono grandiosi spettacoli musicali e concerti, sotto il cielo aperto costellato di stelle, con il profumo dei pini e delle erbe. Il culto delle procedure terapeutiche e dei bagni (thermae) si diffuse molto rapidamente in molte città dell’Impero Romano e raggiunse altri paesi e continua a svilupparsi e migliorare.

italy4

Praiano

Delicatamente arroccato sulla parete della scogliera, equidistante da Amalfi e Positano e a breve distanza in auto dal romanticismo senza sforzo di Ravello, Praiano. Per saperne di più su tutte le caratteristiche del nostro pacchetto di viaggio per il luogo.

Siamo l'agenzia di viaggi che fornisce servizi con successo da 25 anni.

Siamo un gruppo di persone che conoscono bene il divertimento e i rigori del viaggio. La nostra agenzia di viaggi si è riunita per aiutare altre persone a pianificare e prenotare le loro vacanze da sogno. Mentre lavorate con noi, vogliamo che siate completamente soddisfatti dell’esperienza.

50% di sconto per il pacchetto di viaggio "Varenna, Lago di Como"!